CONTATTI

Il Sé embodied

Una introduzione esperienziale al'Hakomi Mindful Somatic Psychotherapy a cura dell'Istituto Beck

Quando?

11 Giugno 2022
 - 12 Giugno 2022
9:00-18:00

Dove?

Istituto Beck, Roma
Via Gioberti, 54

Costo

160 euro

Di che cosa si tratta?

Alla domanda “Chi sei tu?” naturalmente rispondiamo dicendo il nostro nome. Possiamo aggiungere dettagli sulla nostra professione, la nostra provenienza, la nostra età. Non capita mai che qualcuno dica: io sono il mio corpo, io sono le mie mani, il mio cuore. Eppure, paradossalmente, senza il nostro corpo, senza le nostre mani, il nostro cuore, noi, in realtà, non siamo.

Gli operatori della salute mentale sanno che lo stress, l’ansia, la depressione, il lutto, il trauma possono precipitare le persone in una serie di sintomi che accadono innanzitutto nel corpo talvolta con effetti devastanti per la salute fisica.  Eppure, c’è la tendenza a credere che questi sintomi possano essere trattati lavorando esclusivamente sul pensiero e l’emozione. Raramente si considera il corpo come una fonte di ispirazione o un’area di intervento da contemplare e includere nella stanza della terapia.

Che cosa si impara?

Durante le giornate di presentazione si alterneranno momenti di illustrazione teorica, realizzati con l’ausilio di presentazioni in PowerPoint, e momenti di formazione operativa: demo sessions, esercitazioni a coppie o in piccoli gruppi.
Tutte le esperienze realizzate saranno oggetto di riflessione condivisa nel gruppo nel suo insieme, così che esse possano rappresentare alimento ulteriore all’acquisizione di strumenti e alla condivisione di conoscenza.

Il materiale del seminario sarà fornito ai partecipanti all’indomani della sua conclusione, così da favorire l’immersione esperienziale nel corso.

Le attività nel corso del seminario saranno:
• Breve storia del corpo in psicoterapia
• Il Sé Embodied: perché il corpo in psicoterapia
• Il corpo del terapeuta
• Mindfulness e corpo: il modello Hakomi
• Strumenti di intervento per includere il corpo nella relazione di aiuto
• Il corpo come risorsa

A chi si rivolge?

Il workshop è aperto a Psicologi, Psicoterapeuti, Medici, Infermieri, Istruttori di Mindfulness, Istruttori di Yoga, Fisioterapisti, Osteopati e chiunque svolga una professione d’aiuto.

Ulteriori informazioni

Il workshop ha l’obiettivo di fornire sia degli spunti teorici che dei primi elementi operativi per incoraggiare gli addetti ai lavori a rintracciare, curare, risvegliare il Sé nel corpo. Una speciale attenzione sarà dedicata al corpo dei partecipanti. La capacità di fare contatto con i propri stati interni e di individuarne la controparte somatica è infatti condizione preliminare per promuovere una analoga forma di consapevolezza in chiunque si rivolga all’esperto in cerca di aiuto.

Il modello di riferimento presentato è il Metodo Hakomi, una Psicoterapia Corporea basata sulla Mindfulness, molto diffusa e praticata nel mondo.

In quanto Psicoterapia Corporea l’Hakomi si avvale di un set di strumenti che consentono di porre attenzione agli aspetti somatici del paziente in terapia – tensioni, impulsi al movimento, posture, atteggiamenti – accanto a ciò che la persona già racconta e sa di sé. Esso offre un modello di lavoro profondo che permette di trattare con eleganza e delicatezza anche quelle ferite – difficilmente accessibili con la sola terapia della parola – che possano avere avuto origine nelle prime fasi della vita in normali situazioni di non-sintonizzazione tra bambino e caregiver.

Per iscriversi, vai al sito dell’Istituto Beck cliccando qui

NB: La partecipazione al workshop vale come prerequisito di ammissione al Comprehensive Hakomi Therapist Training organizzato da Hakomi Mallorca. Per ulteriori informazioni su questo corso , vai qui

Condividi:

Eventi simili

levi-xu-dOhJtfXJZfw-unsplash

Imparare a praticare la mindfulness

vale

Mindfulness in pratica

ruth-enyedi-4U7XIso2qg0-unsplash-1

The Embodied Self

UN REGALO SPECIALE PER TE

Iscriviti alla mia newsletter e ricevi gratuitamente il mio articolo "Quando l'amore fa male"!

Ti aiuterà a capire perché certe ferite d’amore tendono a ripetersi e perché a volte le relazioni romantiche possono essere così dolorose.